Gli uomini che fumano hanno maggiori probabilità di sviluppare e subire la progressiva perdita di capelli.

Secondo un nuovo studio, gli uomini che hanno fumato o fumano attualmente hanno una probabilità significativamente maggiore di sviluppare l’alopecia androgenetica (AGA) rispetto agli uomini che non hanno mai fumato.

Inoltre, le probabilità di sviluppare l’AGA sono più alte tra coloro che fumano almeno 10 sigarette al giorno rispetto a coloro che fumano meno, secondo gli autori dello studio.

“Gli uomini che fumano hanno maggiori probabilità di sviluppare e subire la progressione della calvizie maschile”, ha dichiarato a Medscape Medical News l’autore principale Aditya Gupta, MD, PhD, professore di medicina presso l’Università di Toronto e direttore della ricerca clinica presso Mediprobe Research Inc. di London, Ontario, Canada.

“I nostri pazienti affetti da calvizie maschile devono essere sensibilizzati sugli effetti negativi del fumo, dato che questa condizione può avere un profondo impatto psicologico negativo su chi ne soffre”, ha aggiunto.
(Lo studio è stato pubblicato online il 4 gennaio sul Journal of Cosmetic Dermatology).

Analisi degli effetti del fumo

Il fumo è stato generalmente accettato come fattore di rischio per lo sviluppo e la progressione dell’AGA, la forma più comune di perdita di capelli. Tuttavia, gli autori hanno scritto che le prove della ricerca su questa associazione sono state incoerenti.
I ricercatori hanno condotto una revisione e una meta-analisi di otto studi sperimentali per comprendere i legami tra fumo e AGA. I fumatori di sempre sono stati definiti come fumatori attuali e precedenti.
Complessivamente, sulla base di sei studi, gli uomini che hanno sempre fumato hanno una probabilità 1,8 volte maggiore (P < .05) di sviluppare AGA.
In base a due studi, gli uomini che fumano 10 o più sigarette al giorno hanno una probabilità circa doppia (P < .05) di sviluppare l’AGA rispetto a quelli che fumano fino a 10 sigarette al giorno.
Sulla base di quattro studi, il fatto di aver sempre fumato è associato a probabilità 1,3 volte maggiori di progressione dell’AGA da lieve (cioè, stadi Norwood-Hamilton I-III) a più grave (stadio IV-VII) rispetto a coloro che non hanno mai fumato.
Sulla base di due studi, non vi è alcuna associazione tra la progressione dell’AGA e l’intensità del fumo (definita come fumare fino a 20 sigarette al giorno rispetto a fumare 20 o più sigarette al giorno).

“Sebbene la nostra analisi congiunta non abbia riscontrato un’associazione significativa tra intensità del fumo e gravità dell’AGA maschile, una correlazione positiva potrebbe esistere ed essere rilevata attraverso un’analisi statisticamente meglio alimentata”, ha dichiarato Gupta.

I ricercatori hanno sottolineato i limiti della loro analisi, come la dipendenza da studi sperimentali e la mancanza di dati sui livelli di nicotina, sull’intensità del fumo e sull’interruzione del fumo tra i partecipanti allo studio.
Sono necessari ulteriori studi per comprendere meglio i legami tra fumo e perdita di capelli, ha detto Gupta, e gli effetti della cessazione del fumo.

Migliorare la ricerca

Commentando i risultati per Medscape Medical News, Arash Babadjouni, MD, dermatologo presso la Midwestern University di Glendale, Arizona, ha dichiarato: “Il fumo non è solo una causa prevenibile di importanti malattie sistemiche, ma influisce anche sul ciclo di crescita dei follicoli e sulla pigmentazione delle fibre”. La prevalenza della perdita di capelli e dell’ingrigimento precoce è maggiore nei fumatori rispetto ai non fumatori”.

Babadjouni, che non è stato coinvolto in questo studio, ha studiato le associazioni tra fumo e perdita di capelli e ingrigimento precoce dei capelli. “L’evidenza di questa associazione può essere utilizzata per promuovere clinicamente l’interruzione del fumo e sottolineare le conseguenze del fumo sui capelli”, ha affermato. “Lo stato di fumatore dovrebbe essere valutato nei pazienti che si presentano al dermatologo e ai medici per valutare l’alopecia e l’ingrigimento precoce dei capelli”.

Lo studio è stato condotto senza finanziamenti esterni e gli autori non hanno dichiarato conflitti di interesse. Babadjouni non ha dichiarato alcuno conflitto allo stesso modo.
Credit: Carolyn Crist
3

Contattaci subito per una consulenza personalizzata e gratuita!

Ricevi senza impegno la diagnosi approfondita del Dottor Altan e il tuo piano di trattamento personalizzato.

    * dati obbligatori

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA di Google, al quale si applicano la Privacy Policy ed i Termini di Servizio relativi.